#longroadtoturin: non ce la posso fare

di @lucianoblini ♦ Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Sono passati 2 mesi e mezzo dal maledetto giorno della mia folle iscrizione alla maratona di Torino 2013.

Quella che doveva essere la svolta per rimettermi in forma si sta davvero rivelando un fallimento su tutta la linea. 

Riassumendo, per chi non ha tempo:
  • Sto correndo poco e male;
  • Ho perso forse un grammo / un grammo e mezzo;
  • Formalmente non sono manco iscritto alla Maratona. Stranamente sul sito non compaio, e 'sti mariuoli non rispondono alle mie mail. Ho provato anche a chiamare, ma niente, il vuoto pneumatico.
Ok, mancano circa 270 giorni. Però. Però così non va proprio.
  • Ho dolori un po' dappertutto, forse le scarpe sono sbagliate, o forse sono io;
  • Per quanto paradossalmente incredibile, ho perfino peggiorato i miei tempi;
  • Cerco di trattenermi a tavola ma sono inchiodato all'imbarazzante peso di un capodoglio appena nato;
  • Non ho la voglia e il tempo di uscire più di due volte a settimana.
Fortuna vuole che ho qualche amico che continua a ripetere che c'è abbastanza tempo, o che mi da consigli sulla respirazione, o che mi invita a partecipare a lunghi e lunghissimi: insomma, fa il tifo per me.

Lo so, è una questione di testa, solo di testa: è che quando sono al quattordicesimo chilometro e mi sento stanco, svuotato e demoralizzato — e realizzo che in un'ipotetica maratona dovrei correre 3 volte tanto la distanza — penso davvero di non essere in grado.

Chi vivrà vedrà.

 

Commenta

Scrivi un commento http://